Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio (27/4/2016)

Regolamento (UE) 2016/679  del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati) (Testo rilevante ai fini del SEE)

Per il diritto europeo, la protezione dei dati personali è parte integrante della tutela dei diritti e delle libertà fondamentali delle persone fisiche. Si veda, al riguardo, la Carta dei diritti fondamentali dell’UE (art. 8) ed il Trattato sul funzionamento del’UE (art. 16): ogni persona ha diritto alla protezione dei dati di carattere personale che la riguardano (a prescindere da nazionalità e residenza).

Con l’approvazione dell’RGPD UE 2016/679 del 27 aprile 2016, il legislatore europeo ha voluto affinare la normativa vigente in materia per tener conto dell’evoluzione tecnologica e per favorire una disciplina più uniforme a livello dell’Unione. L’RGPD è entrato in vigore il 25 maggio 2016, ma la sua applicazione operativa decorrerà dal 25 maggio 2018 per consentire ai paesi membri di prepararsi sul piano normativo ed organizzativo.

In Italia, il D.Lvo 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), che recepisce la Direttiva UE 95/46/EC attualmente in vigore, resterà applicabile dopo il 24 maggio p.v. limitatamente alle disposizioni compatibili con l’RGPD , in attesa che sia approvata la nuova normativa nazionale di raccordo prevista dalla legge delega al Governo n.163 del 25 ottobre 2017. Questa dovrà recepire anche la Direttiva UE 2016/680 del 27 aprile 2016 sul trattamento dei dati personali da parte dell’autorità giudiziaria e delle forze di polizia. E’ peraltro in fase di elaborazione una nuova direttiva sul trattamento dei dati personali e la tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche (in sostituzione Direttiva 2002/58/CE del 12 luglio 2002 e successive modifiche).

INFORMATIVE

Informativa sulla protezione delle persone fisiche
con riguardo al trattamento dei dati personali
ai fini del riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis
o della sua acquisizione per naturalizzazione (artt. 5 e 7, nonché art. 9, comma 1, lettera c, e comma 2 della legge n. 91/1992)
(Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE) 2016/679, art. 13)

Informativa sulla protezione delle persone fisiche
con riguardo al trattamento dei dati personali
ai fini dell’erogazione dei servizi consolari
(ad esclusione del rilascio dei visti e delle pratiche di cittadinanza)
(Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE) 2016/679, art. 13)

Informativa sulla protezione delle persone fisiche
con riguardo al trattamento dei dati personali ai fini del rilascio di un visto d’ingresso in Italia e nell’area Schengen
(Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE) 2016/679, art. 13)