Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Emergenza COVID-19

Data:

02/08/2021


Emergenza COVID-19

In considerazione del perdurare dell’emergenza Covid-19 si prega di attenersi scrupolosamente alle indicazioni pubblicate in materia dalle Autorità italiane e dai paesi di accreditamento di questa Ambasciata (Zambia e Malawi).

Al fine di salvaguardare il pubblico ed il personale, l’accesso all’Ambasciata continua ad essere limitato ed essere esclusivamente su appuntamento. L’Ambasciata rimane raggiungibile per assistenza attraverso l’indirizzo mail della sezione consolare consolare.lusaka@esteri.it  ed attraverso i numeri del centralino 00 260 250755/250781.
Per eventuali urgenze, al di fuori dell’orario d’ufficio, e’ attivo H24 il numero di Emergenza 00 260 966 250755.

LE MISURE SUL TERRITORIO ITALIANO

Considerata la grave situazione epidemiologica in Europa, permane la raccomandazione a tutti i connazionali di evitare viaggi se non per ragioni strettamente necessarie.

Si fa altresì presente che l’alto numero dei contagi in molti Paesi, potrebbe comportare future ulteriori restrizioni agli spostamenti con il rischio di complicare eventuali rientri in Italia e/o nei Paesi di residenza.

Zambia e Malawi rimangono inclusi nell’elenco “E” Allegato 20 cioe’ i Paesi da cui gli spostamenti sono consentiti solo per motivi di necessità, con obbligo di quarantena all’arrivo, salvo le consuete eccezioni;

Tutti coloro che fanno ingresso in italia sono quindi tenuti a:
- Presentare un test PCR o Antigenico negativo effettuato nelle 72 ore precedenti l’arrivo (dai 6 anni in poi)
- Compilare (dal 24 maggio) il Passenger Locator Form, scaricabile dal sito https://app.euplf.eu   E’ necessario compilare un modulo per ciascun adulto mentre i minori possono essere registrati nel modulo dell’adulto che li accompagna. In casi eccezionali (es. impedimento tecnologico) si potra’ ancora presentare l’AUTODICHIARAZIONE ;
- Informare l’Azienda sanitaria competente (ASL) del proprio ingresso in Italia ;
- Isolamento fiduciario di 10gg a prescindere dal numero di dosi vaccinali anti Covid eventualmente gia’ ricevute ;
- Sottoporsi ad ulteriore test PCR o antigenico al termine del periodo di isolamento.
Si puo’ raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato. E’ consentito il transito aeroportuale senza uscire dall’aerostazione.

Si segnala tuttavia che le compagnie aeree in partenza da Paesi esteri potrebbero richiedere ai passeggeri esclusivamente test PCR con tempistiche diverse da quelle sopra indicate.

Si ricorda che è disponibile all'indirizzo: https://infocovid.viaggiaresicuri.it/ un questionario interattivo per verificare la normativa italiana in vigore in merito agli spostamenti da/per l’estero.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda alle seguenti pagine:

MAECI – Focus coronavirus

Viaggiare Sicuri - Focus Coronavirus

Normativa vigente (link)

 

VISTI PER L'ITALIA

Le misure restrittive per viaggi non essenziali di viaggiatori provenienti da Zambia e Malawi verso lo Spazio Schengen precedentemente approvate dal Consiglio dell’Unione Europea sono ulteriormente prorogate.
La Commissione si riserva di rivedere regolarmente gli elenchi dei Paesi dai quali è possibile fare ingresso nello spazio Schengen.

Le restrizioni non si applicano ai cittadini degli Stati membri dell'Unione e degli Stati associati Schengen, così come ai loro familiari e a cittadini di Paesi terzi soggiornanti di lungo periodo o titolari di visti nazionali di lungo periodo. Non si applicano altresì a chi intende fare ingresso in Italia per motivi di lavoro, per studio, cure mediche, ricongiungimento familiare. Coloro che hanno titolo a fare ingresso in Italia, sono comunque sottoposti alle direttive sopra indicate tra cui compilare il Passenger Locator Form, scaricabile dal sito https://app.euplf.eu  . E’ necessario compilare un modulo per ciascun adulto mentre i minori possono essere registrati nel modulo dell’adulto accompagnatore. In casi eccezionali (es. Impedimento tecnologico) si potra’ ancora presentare l’ AUTODICHIARAZIONE .

I viaggiatori sono soggetti all’autoisolamento per 10 giorni successivi all'ingresso a prescindere dal numero di dosi vaccinali eventualmente gia’ ricevute.

 

 


431